RECENSIONE: La febbre dell’Artico

Ed. Gennaio 2019

L’Artico non è più quel luogo misterioso e affascinante, sfondo ad avventure epiche di esploratori o di eroi salgariani. Come disse un ufficiale statunitense: “La maledetta cosa si sta sciogliendo”… c’è chi si preoccupa di ciò da un punto di vista ambientale, c’è chi pensa alle conseguenze per il destino del pianeta…. e chi più prosaicamente getta uno sguardo interessato alla trasformazione ambientale in atto, sognando nuove rotte commerciali e sfruttamento di immensi giacimenti di materie prime, ovvero preoccupandosi delle conseguenze sugli equilibri militari.

È la geo politica, bellezza! E tanto vale che approfondiamo il ragionamento pure noi, grazie a questa monografia di Limes.

Disponibile presso la biblioteca del Centro Eirene.

RECENSIONE: I Longobardi (Nicola Bergamo)

La storiografia italiana ha spesso sottovalutato l’impatto sulla penisola italica dell’arrivo del popolo (o meglio dei popoli) dei Longobardi.

In due secoli queste popolazioni dalle “lunghe barbe” (da qui la loro denominazione) non solo occupano l’intero nord Italia e buona parte del Centro e del Sud, ma fanno transitare la penisola dall’epoca dei “Romani” a quella medievale, espellendo i bizantini e confrontandosi-scontrandosi con il nascente potere temporale del Papa.

Un saggio agile, leggibile e godibile, che ci narra la storia di queste tribù nordiche dall’avvio della lunga strada che dalla Scandinavia lì porterà sino in Italia, fino alla scomparsa del loro regno ad opera dei Franchi.

Disponibile presso la biblioteca del Centro Eirene