RECENSIONE: 21 lezioni per il XXI secolo (Yuval Noah Harari)

La lucidità è potere. La censura non opera bloccando il flusso di informazioni, ma inondando le persone di disinformazione e distrazioni. “21 lezioni per il XXI secolo” prova ad aiutarci a farci largo in queste acque torbide e affronta alcune delle questioni più urgenti dell’agenda globale contemporanea. Perché la democrazia liberale è in crisi? Dio è tornato? Sta per scoppiare una nuova guerra mondiale? Che cosa significa l’ascesa di Donald Trump? Che cosa si può fare per contrastare l’epidemia di notizie false? Quali civiltà domineranno il pianeta: l’Occidente, la Cina, l’islam? L’Europa deve tenere le porte aperte ai migranti? Il nazionalismo può risolvere i problemi causati dalla disuguaglianza e dai cambiamenti climatici? In che modo potremo difenderci dal terrorismo? Che cosa dobbiamo insegnare ai nostri figli? Molti di noi possono a stento permettersi il lusso di approfondire queste domande, perché siamo pressati da ben altre urgenze: lavorare, prenderci cura dei figli o dare assistenza ai genitori anziani, ma purtroppo la storia non fa sconti.

Se non ragioniamo e riflettiamo sulle “grandi domande”, qualcuno lo farà in nostra assenza, e noi e i nostri figli ne subiremo le conseguenze.

Certo è parecchio ingiusto; ma chi ha mai detto che la storia è giusta?

Attenzione: non siamo obbligati a condividere alcune o tutte le conclusioni dell’autore, ma abbiamo il dovere di rispondere alla sua principale sollecitazione… rifletteteci a fondo!

Disponibile presso la biblioteca del Centro Eirene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *